#Software Rule
SR Net   Volley Manager

Mouse Commander 2004
Appurato il grande successo di Mouse Commander 2001 abbiamo sviluppato la nuova versione 2004 di molto superiore in potenza e semplicità d'uso grazie a una interfaccia interamente ricostruita. Chi già apprezzava la versione 2001 resterà entusiasta della nuova versione.


Mouse Commander 2004 (ver. 1.0.25)

A cosa serve?
Lavorando al computer capita spesso di dover compiere centinaia di volte operazioni ripetitive e queste possono farci perdere molto tempo. Basti pensare agli applicativi di grafica. Supponiamo di avere 100 foto scure e di volerle schiarire tutte: in linea di principio dovremmo aprirle una alla volta e applicare il filtro di brightess e salvarle perdendo così una notevole quantità di tempo tempo. Con Mouse Commander 2004 una volta che gli si è "mostrato" il procedimento su 1 foto, è in grado di ripeterlo per un numero indefinito di volte, risparmiandoci l'obbligo di stare davanti allo schermo a eseguire noiose operazioni cicliche.
Alla grande potenza di questo applicativo corrisponde una grande limitazione: affinché Mouse Commande 2004 funzioni bene è necessario che la situazione di background non cambi rispetto a quella che si aveva quando lo si era programmato. Lo spostamento anche minimo di qualche finestra potrebbe compromettere il raggiungimento dell'obiettivo. Sta all'abilità dell'utente colmare questa limitazione e con una adeguata esperienza si acquisiscono trucchi che permettono di far fare a Mouse Commander 2004 tutto quello che si vuole.

Aggiornamenti
13/04/2005: Rilasciata la nuova versione Mouse Commander 2004 rev 1.0.25
Novità:
- Avvio da shellì di comando (i.e. "MouseCommander.exe esempio.#mc)
- Salvataggio delle impostazioni nei file di progetto .#mc

18/12/2004: Rilasciata la nuova versione Mouse Commander 2004 rev 1.0.8
Novità:
- Al posto della descrizione testuale del task abbiamo preferito inserire una descrizione visuale (immagine 50x50pixel) che raffigura lo sfondo nell'intorno della posizione in cui si è verificato l'evento che si è catturato. Il tutto avviene in automatico. Le immagini descrittive vengono salvate all'interno del file di progetto di Mouse Commander (.#mc). Questa nuova funzionalità è disattivabile dalla finestra delle impostazioni, in quanto rallenta leggermente il rate di campionamento degli eventi in fase di insegnamento e aumenta la dimensione del file di progetto.


Idee per le prossime versioni:
- Possibilità di inserire salti condizionati nel programma
- Possibilità di inserire contatori che incrementano una o più coordinate a ogni ciclo di esecuzione
- Comando automatico della tastiera
- Task di ricerca elemento da cliccare definibile mediante immagine bmp

Suggerimenti? Scrivi al Webmaster

Versioni precedenti
MC 2001
MC 2004 Rev. 1.0.3
MC 2004 Rev. 1.0.8

 

Tutto il materiale presente su questo sito è stato raccolto da riviste, amici, guide tv e navigando in rete
I marchi esposti appartengono ai relativi proprietari.
Il contenuto di queste pagine protetto dalle leggi sul Copyright. E' permesso il loro uso solo per scopi strettamente personali.
Per qualsiasi informazione scrivi a:Webmaster